CONSIGLI PER L’IMBOTTIGLIAMENTO DEL VINO SFUSO

Sono tanti i dubbi che intervengono quando arriva il momento di imbottigliare, ma con alcuni semplici accorgimenti l’imbottigliamento del vostro vino vi regalerà grandi soddisfazioni!
Di seguito vogliamo fornire alcune risposte alle principali domande riguardanti l’imbottigliamento del vino sfuso.

Qual è il periodo migliore per imbottigliare il vino sfuso?
La fermentazione si attiva con il caldo, i mesi adatti per imbottigliare sono da Febbraio ad Aprile/Maggio.

  Dopo quanto tempo imbottigliare il vino acquistato in Bag in Box?
Entro 2/3 giorni da quando vi hanno consegnato il vino, consigliamo di imbottigliare. Nell’impossibilità di fare questo, travasatelo all’interno di damigiane avendo l’accortezza di riempire le stesse totalmente. E’ comunque necessario imbottigliare entro 8/10 giorni, altrimenti il vino inizia già a rifermentare. Il nostro consiglio è di imbottigliare il vino al più presto dopo averlo acquistato.

Consigliamo di ordinare il vino sfuso da Febbraio ad Aprile, dopo il mese di Aprile è meglio recarsi direttamente in cantina, perché il vino può fermentare durante il trasporto.

Quali bottiglie e tappi usare?
Per l’imbottigliamento utilizzare bottiglie per vini frizzanti o spumanti. Per la chiusura si possono usare diverse soluzioni, ma il tappo a corona è per noi il migliore.

A quale temperatura si conserva il vino imbottigliato?
Il vino va tenuto in un ambiente la cui temperatura sia attorno ai 16/18°C per almeno 30/45 giorni. Dopo circa due mesi il vino risulta frizzante.

  • CONTATTACI

    Vuoi informazioni sui nostri vini, sull'acquisto, sulla spedizione?
    O semplicemente vuoi visitare
    la nostra cantina?
    Non esitare a contattarci!


    Sono un privato Sono un'azienda
     Ho letto l’Informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate.
    Per ulteriori informazioni vi invitiamo a visitare la nostra pagina “Privacy Policy”
  • Vino Biologico Stramaret: rispetto e amore per il territorio!

    Noi di Stramaret nutriamo un grande rispetto e amore per il territorio, e da sempre adottiamo pratiche di coltivazione naturali nel rispetto delle tipicità del nostro terreno.